Iscrizioni alla scuola dell’infanzia a.s. 2014/2015. Circolare Miur e integrazioni.

Il testo della Circolare Ministeriale è reperibile in allegato
pubblicato il 15/01/2014

Il MIUR ha emanato la C.M. n. 28 del 10.01.2014 relativa alle iscrizioni alle scuole statali per l’anno scolastico 2014/2015. Il termine di scadenza è fissato al 28 febbraio 2014.

Per le scuole dell’infanzia paritarie, come è noto, il termine ha carattere indicativo.

Queste le principali disposizioni cui anche le scuole dell’infanzia paritarie sono tenute ad osservare:
a)Possono essere iscritti alle scuole dell’infanzia i bambini e le bambine che abbiano compiuto o compiano entro il 31 dicembre 2014 il terzo anno di età. Possono, altresì, essere iscritti i bambini che compiano tre anni di età entro il 30 aprile 2015.
b)Qualora il numero delle domande di iscrizione sia superiore al numero dei posti complessivamente disponibili, hanno precedenza le domande relative a coloro che compiono tre anni di età entro il 31 dicembre 2014.
c)L'ammissione dei bambini alla frequenza anticipata è condizionata, ai sensi dell’art. 2 comma 2 del Regolamento n.89/2009:
•alla disponibilità dei posti e all’esaurimento di eventuali liste di attesa;
•alla disponibilità di locali e dotazioni idonei sotto il profilo dell'agibilità e funzionalità, tali da rispondere alle diverse esigenze dei bambini di età inferiore a tre anni;
•alla valutazione pedagogica e didattica, da parte del collegio dei docenti, dei tempi e delle modalità dell'accoglienza.

Si rammenta che non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla scuola dell’infanzia di bambini che compiono i tre anni di età successivamente al 30 aprile 2015.
Gli orari di funzionamento della scuola dell’infanzia, fissati dal Regolamento approvato con DPR n. 89/2009 (art. 2, comma 5), sono, di norma, pari a 40 ore settimanali; su richiesta delle famiglie l’orario può essere ridotto a 25 ore settimanali o elevato fino a 50 nel rispetto dell’orario annuale massimo delle attività educative fissato dall’art.3, comma 1, del D.L.vo n.59/2004.
Le scuole comunicheranno, per iscritto, agli interessati l’eventuale mancato accoglimento delle domande. La comunicazione di non accoglimento, debitamente motivata, deve essere effettuata con ogni possibile urgenza per consentire l’opzione verso altra scuola.

Per quanto attiene alle Sezioni Primavera l’accordo quadro della Conferenza Unificata Stato-Regioni stipulato il 1.8.2013 ne prevede la prosecuzione anche per l’anno scolastico 2014/2015, previo bando regionale MIUR USR Veneto/Regione Veneto; l’importo dei contributi dello Stato sarà tuttavia reso noto ad anno scolastico inoltrato.

Nella nostra circolare n. 3/2014 del 16 gennaio 2014 avevamo riportato la seguente indicazione: “Si ricorda, infine, che è stato abolito il comma 6 dell’art. 2 del DPR n. 89/2009, relativo alla possibilità di iscrivere bambini di età compresa tra i due e i tre anni nelle scuoledell’infanzia situate in comuni montani, in piccole isole e in piccoli comuni”. Nel merito sono intervenuti chiarimenti da parte del MIUR - Ufficio Scolastico Regionale del Veneto che con nota del 20/01/2014 ha precisato quanto segue:
“Tenendo conto che in tale Delibera si richiamano le condizioni poste dalla C.M. n.101 del 30 dicembre 2011 (disposizioni per l’iscrizione degli alunni alle scuole di ogni ordine e grado per l’a.s. 2011/12), in quanto allora operativa con la norma soppressa dalla Corte Costituzionale e reintrodotta con detta DGR, si tenga presente il seguente passo della CM n.101: “Nelle scuole dell’infanzia dei territori montani, delle piccole isole e di piccoli comuni privi di servizi educativi per la primissima infanzia e con sezioni con un numero di iscritti inferiore a quello previsto, è consentita, in via straordinaria, anche l’iscrizione di bambini di età compresa tra i due e i tre anni, per un massimo di tre unità per sezione. L’inserimento di tali bambini avviene sulla base di progetti attivati d’intesa e in collaborazione tra istituzioni scolastiche e comuni interessati e non può dar luogo alla costituzione di nuove sezioni”.

Ciò premesso si conferma che è possibile anche nell’a.s. 2014/15 per le scuole dell’infanzia nei comuni montani o fino a 5.000 abitanti iscrivere bambini di età compresa tra i due e tre anni.